Diocesi di Termoli Larino



Venerdì 6 Novembre presso la Chiesa di S.Francesco d’Assisi a Termoli, si è svolto l’incontro tra il Vescovo Mons. Gianfranco De Luca e l’OFS di Termoli e di Larino. Questo incontro è stato suddiviso in tre parti:

• - la preghiera
• - il confronto
• - il dialogo.

Durante la preghiera sono stati letti alcuni versetti del capitolo 4° della Lettera di S. Paolo Apostolo agli Efesini.
E’ seguito commento di S.E. che ha sottolineato alcuni passi dell’enciclica “Evangelii Gaudium” riguardanti i Movimenti e le Associazioni.
In particolare è stato considerato il punto 1 “carismi al servizio della comunione evangelizzatrice” e il punto 3 “il soggetto Diocesi nella Evangelii Gaudium”.

Per il confronto sono stati esposti tre cartelloni riportanti le seguenti domande:

• - Qual è lo specifico della tua Associazione? Il carisma che la anima.
• - Come desideri e pensi di poter servire questa Chiesa diocesana con la ricchezza di cui sei partecipe e portatore?
• - Atteggiamenti e percorsi da intraprendere per rispondere all’invito di Papa Francesco nella EG.

Ognuno dei presenti ha scritto la propria risposta su dei post-it e li ha attaccati sul cartellone. Nel momento del dialogo sono state raccontate varie esperienze riguardanti le attività in parrocchia, e alcune testimonianze del servizio che la Famiglia Francescana sa offrire attraverso la forza dei propri carismi.
A tal proposito è stata letta una bellissima lettera di una figlia che parla della madre (francescana).

Ne riportiamo un passaggio:

“..... che si tratti di raccontare della visita ai malati dell’ Hospice o di una lettura del Vangelo, nei suoi occhi , nella sua voce, nei suoi silenzi , io respiro il suo cammino di fede..... da quando ha intrapreso la “via francescana” ha saputo donarsi al prossimo con tutta se stessa, senza rumore, senza fronzoli, con tutta l’umiltà e la concretezza che ne consegue...”

Queste parole descrivono la vera missione francescana. Da questo incontro si riesce a capire sempre di più l’importanza della corresponsabilità del laicato e come ognuno di noi sia come Ordine, sia come Movimenti e Associazioni sappiamo mettere a frutto i nostri carismi che uniti formano una grande forza per la Chiesa.

Quindi come ha detto S.E. “ dobbiamo uscire e non trascurare ciò che si è” lavorando uniti con umiltà per poter andare incontro all’Anno Giubilare della Misericordia. A tal proposito ci ha informati del progetto che la Diocesi sta realizzando per questo grande evento.