Diocesi di Termoli Larino

Mons. Gabriele Tamilia

La tradizione narra che nel luogo dove oggi sorge il Santuario nella seconda metà dell'ottocento si elevava una quercia di grandi dimensioni denominata " la Quercia della Madonna".

La contrada che si snoda tutt'intorno, nella cartine catastali risulta con il nome di contrada della Difesa, da allora fu utilizzato il nome di Santuario di Maria Santissima della Difesa.

La statua della Madonna è opera della famosa artista fiorentina Amalia Duprè che giunse a Casacalenda nel settembre del 1901, giorno e mese in cui fu ufficializzata la festa annuale.

All'interno della chiesa è custodita una raccolta di ex voto donati dalle persone miracolate.
Sulla colonnina dorica di un altare vi è effigiato il cranio di un bue datato del V secolo e in aggiunta vi è un'iscrizione funeraria dalla quale possiamo ipotizzare le condizioni di vita degli abitanti del villaggio di sicalenum.